Provate questi: sesso gayromanticismotruffatori

Che mondo meraviglioso e incolore - Un lavoro di scure su The Giver

The Giver (Stati Uniti, 2014)
Directed by Phillip Noyce

Per un paio di secondi, in questa fantasia distopica fantascientifica e precocemente seria, ho pensato che forse il regista aveva la disciplina formale per mostrare ciò che pensava, invece di sbattercelo in testa. Ho apprezzato il passaggio graduale dal bianco e nero al colore, nonostante l'ovvietà della metafora e le allusioni altrettanto ovvie a Pleasantville, un film molto migliore, e forse al Mago di Oz. C'è stata anche una manciata di episodi involontariamente umoristici, il più divertente dei quali è stato il personaggio di Jeff Bridges, chiamato The Giver, che dice a un bel ragazzo adolescente, chiamato The Receiver, che lo ama, senza un briciolo di sincerità. Mi sono anche piaciute le strane inquadrature a bassa angolazione dei lineamenti cadenti dell'ex scientologa Katie Holmes che interpreta una moglie di Stepford con il marito sempliciotto di Alexander Skarsgård.

Ma la mancanza di sincerità sembra essere il punto di forza di film come questi, perché a differenza della maggior parte della fantascienza scritta bene, questo film non è minimamente interessato al presente. Il Vietnam è tanto recente nella memoria americana, alla ricerca di atrocità, quanto questo film è disposto ad andare. E così, quando arriva il momento di difendere la libertà e l'arte, nessuno sa davvero cosa dire. A quanto pare le inquadrature di esseri umani che ballano e di bambini che sorridono sono sufficienti. Troppo Terrence Malick, forse?

La scena in cui Meryl Streep, con l'aspetto di Saruman, e Jeff Bridges, che parla come una persona colpita da un ictus, si confrontano sulla bontà o meno del libero arbitrio umano mi ha ricordato un dibattito simile tra i leader della Chiesa cattolica e un gruppo di atei, guidati da Christopher HItchens. La Chiesa è stata una forza di bene nel mondo? La gerarchia cattolica sembrava non saperlo e si affidava a tautologie e aforismi per difendersi. È stato imbarazzante, anche per chi odia la Chiesa.

In The Giver, l'omonimo protagonista è altrettanto sprovveduto e Meryl Streep, nei panni dell'anziano, gli pulisce l'orologio. Ma il nostro giovane eroe riesce comunque a raggiungere il confine della zona proibita e il colore viene restituito al mondo, anche se il destino della sessualità e dell'età adulta sembrano essere ancora in bilico. Dopo aver cavalcato Rosebud attraverso il bosco innevato, lo attende un'accogliente baita ricoperta di luci natalizie. Non chiederlo a me. Nemmeno io ne ho idea.

Questo è uno dei film più stupidi usciti da Hollywood da molto, molto tempo a questa parte. Ma potrei sbagliarmi; forse si tratta di una sorta di anti-capolavoro.

0 0 voti
Valutazione dei post
Iscriviti
Notifica di
ospite
0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
0
Cosa ne pensi?x

Volete altri film gay?

Chiudi

C'è una vendita! SALDI! Saldi!

IT