Provate questi: sesso gayromanticismotruffatori

risposta al film: I Capitani

William Shatner in una scatola

Il Geek immagina il mondo senza ironia. Prende tutto sul serio senza necessariamente credere a tutto ciò che vede. Ma molte cose, secondo lei, sono molto, molto belle.

(Al contrario, il fondamentalista prende sul serio solo se stesso. O il suo dio. Il che equivale alla stessa cosa. Per lui non c'è niente di serio).

Nel suo documentario su Star-Trek, The Captains, il regista William Shatner diventa un geek davanti ai nostri occhi in una conversazione toccante, anche se spesso strana, con il suo successore, Patrick Stewart, che ha interpretato il Capitano Picard in The Next Generation. (Ad eccezione di quella con un'incisiva Kate Mulgrew, tutte le interviste di questo documentario sono strane, e nessuna è più strana e meravigliosa di quella con Avery Brooks, che ha interpretato il Capitano Sisko nell'incarnazione più oscura di Star Trek, Deep Space Nine).

Sembra che Shatner non abbia mai apprezzato il suo status di Primo Capitano e, in effetti, se ne risentiva ogni volta che qualche fanboy diceva: "Teletrasportami, Scotty!". Non voleva essere ricordato come Kirk.

O, almeno, non aveva apprezzato l'impatto di quel personaggio, non prima che l'amministratore delegato della compagnia aerea Bombardier dicesse a Shatner, mentre saliva sull'aereo per intervistare Stewart, che era diventato ingegnere aeronautico grazie al Capitano Kirk. Fino a quel momento, oltre 40 anni dopo la fine della serie originale, Shatner era sempre stato un po' imbarazzato dal suo lavoro in Star Trek.

xxx

Di recente sono stato affascinato dalle manifestazioni culturali della sincerità, in particolare dal modo in cui viene denigrata nella maggior parte della cultura pop a favore dell'ironia e del cinismo. Non sono mai stato a mio agio con questi ultimi due, anche se apparentemente dovrei esserlo in quanto pomo homo.

Ma il cinismo prevalente e non esaminato è il motivo per cui ho abbandonato i film di finzione per dedicarmi ai documentari e mi sono appassionato a tutte le serie televisive di fantascienza o fantasy che sono riuscito a trovare. Alla ricerca di ottimismo, forse. O semplicemente qualcosa o qualcuno che mi ispiri a pensare al futuro.

Nonostante le sue interpretazioni da hambeon e gli sgarbi che dà al suo piccolo film, sono rimasto sorpreso dalla sincerità costruita di Shatner: quando saluta un fan muto affetto da distrofia muscolare, quando confessa di essere terrorizzato dalla morte, quando si impegna in un'omo-socialità campagnola con Patrick Stewart sul palco di una convention Trek, persino quando si complimenta con tre diversi attori per essere "la donna più bella che sia mai apparsa in Star Trek".

La sua sincerità è consapevole, ma è reale.

E credo che lo pensi davvero quando dice che il modo migliore in cui sapeva interpretare Kirk, anche quando il personaggio è morto, era con gli occhi spalancati "in soggezione e meraviglia".

Oh, mio...

William Shatner ha 80 anni.

0 0 voti
Valutazione dei post
Iscriviti
Notifica di
ospite
0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
0
Cosa ne pensi?x

Volete altri film gay?

Chiudi

C'è una vendita! SALDI! Saldi!

IT