Risposta al film: Teenage Kicks

In questa storia australiana che non esce mai, non mi ha divertito l'ennesima scena di stupro gay-maschio presentata come un punto della trama o un catalizzatore del personaggio piuttosto che come ciò che è. Fantasia o desiderio di autopunizione? Chi se ne frega? È una scrittura di merda.

Calci adolescenziali
Diretto da Craig Boreham
98 minuti, Australia, 2016

Originariamente pubblicato in forma diversa su Letterboxd.

Dopo pochi minuti dalla scena d'apertura di questo film australiano, per lo più dimenticabile, mostrata nell'immagine principale di questo post, avevo già previsto il primo "colpo di scena" e anche la maggior parte degli altri: Ecco che si verifica un incidente e probabilmente una morte.

Avevo esattamente ragione. Il determinismo non è difficile da individuare.

Fatta eccezione per la scena di apertura, l'unica vera osservazione e interazione senza angoscia del film, in cui due amiche guardano insieme un porno lesbico e si avvicinano all'idea di usarlo come ponte per fare anche altre cose, anche se vengono interrotte da papà, ciò che segue sono ore di noiosa auto-recriminazione e di sensi di colpa senza peso (o almeno quelle che sembravano ore).

Ecco una selezione di ciò che accade: un ragazzo sessualmente represso bacia il suo migliore amico dopo una scena di doccia e poi l'amico lo prende a pugni (non ne parlano mai fino a quando un agognato(?) stupro alla fine risolve tutto, come accade); una breve sterzata verso la dipendenza da eroina in stile Sid-and-Nancy, facilmente scrollata di dosso in qualche modo e rappresentata da un ridicolo montaggio di un minuto; un tentativo di suicidio per annegamento nel cortile della piscina, sventato dal migliore amico per il quale è stato eseguito; e via dicendo.

Ma c'è stata una sorpresa che la mia anima stanca e cinica non avrebbe potuto prevedere: che il nostro eroe, il personaggio sessualmente confuso e autocommiserato, avrebbe finito per pagare il suo stupratore per il privilegio. Lo stupratore prende i soldi dalla mano della sua vittima e se ne va, cosa che i due amici avrebbero dovuto fare insieme, prima dello stupro. Perché fossero così entusiasti di andarsene non lo scopriamo mai e nemmeno il film ha interesse a dircelo. Insomma, a me sembrava tutto a posto. Bella piscina, spiaggia, birra abbondante, amici surfisti e tutto il resto.

È quello che ti fa l'amore, credo, quando non sai chi cazzo sei o cosa stai facendo. (Sto parlando dei registi, non dei personaggi. Non possiamo dare la colpa a loro.)

Calci adolescenziali rappresenta un nuovo punto debole per il cinema omosessuale, confuso e autodistruttivo.

Come puoi vedere, il film è in grado di sedurci con le sue seducenti inquadrature.

>

Volete altri film gay?

Chiudi
Film gay completi gratuiti da scaricare
IT