Nota TV: Glee S02 E16 - Canzone originale

Un episodio di Glee che metto a ripetizione.

Il canto del merlo nel cuore della notte

Non ho guardato l'ultimo episodio di Glee tante volte quante ne ho guardate Ancora una volta con sentimento, l'esilarante ma anche commovente episodio musicale composto da Joss Whedon del suo Buffy l'ammazzavampiri; ma ci si sta avvicinando.

No, non ho ceduto a passi di danza davanti all'iMac, forse perché non sono mai stata particolarmente colpita dalle coreografie dello show, ma ho avere sono stati sorpresi a cantare e colpevoli di aver riproposto la sobria e bellissima cover di Chris Colfer dei Beatles. Merlo.

Mi sembrava di essere un bambino: Prendere il braccio del tono e farlo ricadere sul primo solco del 45 giri perché ero troppo impaziente per aspettare la ripetizione automatica.

(Il mio record di Quando sarò amato? mi viene in mente, così come il libro di mia sorella Nell'anno 2525. Inoltre, ho preso l'abitudine di giocare con la sua copia di Tutti insieme appassionatamente prima ancora di aver visto il film).

Canzone originale non è tanto un ritorno alla forma per questo show televisivo spesso banale, ma che comunque forma l'abitudine, ma mantiene un'enfasi schiacciante su ciò che lo show sa fare meglio: Ricontestualizzare le canzoni pop e infondere in quelle canzoni la personalità dei personaggi.

Questo è anche ciò che lo show fa peggio: Creare tensione drammatica attraverso uno sviluppo teso della trama e contorto dei personaggi, interromperla con una scelta canora inaspettata, ma altrettanto spesso ovvia o dubbia, e poi abbandonare bruscamente il tutto per un altro accumulo e un'altra facile conclusione.

Spesso ho l'impressione che i creatori si limitino a improvvisare. Questo porta ad alcuni momenti ispirati e ad alcuni imbarazzi degni di nota. Troppo spesso queste scelte esulano dalla buona narrazione e, talvolta, dal buon gusto.

In questo ep, una canzone buona e una sorprendente precede Il bacio tra Blaine e KurtTuttavia, mi ha fatto ripensare all'argomento di uno di essi. In altre parole, il dramma è stato guadagnato.

Paul McCartney sostiene che Merlo Il testo parla del nascente movimento per i diritti civili nel 1965. Sembra bello, ma mi sembra apocrifo. Tuttavia, esprime magnificamente l'improvvisa gioia della scoperta di sé. Il merlo scopre che può ancora volare, che la sua capacità di farlo è sempre stata nella sua natura e quando lo fa, improvvisamente c'è luce nell'oscurità; improvvisamente può vedere.

Quindi, anche se in apparenza lo spettacolo è un elogio di Pavarotti? L'uccello-mascotte dei Warblers? In realtà si tratta di Blaine che si sveglia e vede ciò che ha davanti a sé, e cioè Kurt.

La canzone ha fatto un punto e sappiamo qual è se guardiamo attentamente negli occhi di Blaine. Poi Blaine lo fa di nuovo mentre si confessa a Kurt:

Mi commuovi, Kurt.

Blaine

In qualche modo, il film non risulta né ripetitivo né sentimentale. I protagonisti infondono ai due baci più grazia e meraviglia che lussuria, il che sembra appropriato per Kurt e Blaine.

(Darren Criss si mette in luce in questo episodio. Colfer rimane il miglior attore dello show).

Ho ragione nel dire che questo è il il primo bacio tra uomo e uomo in televisione tra personaggi in età liceale? Incredibile che ci sia voluto così tanto tempo, ma incredibile nell'esecuzione. Volevo applaudire e piangere. Dopotutto, c'è stato un accumulo, uno sviluppo coerente, e poi un finale.

Bravo.

P.S. Blaine e i Pips? Geniale.

>

Volete altri film gay?

Chiudi

C'è una vendita! SALDI! Saldi!

IT