Provate questi: sesso gayromanticismotruffatori

Risposta al film: Été 85/Estate dell'85

Età 85
Estate dell'85
Diretto da François Ozon
2020, Francia

Versione originale pubblicata su Letterboxd.

Ammetto che forse mi sfugge qualcosa ma Il film di François Ozon Il viaggio nostalgico autocritico tenta una dialettica e finisce per essere uno strano gioco di equilibri tra satira e sentimento. Spesso si inclina troppo da una parte o dall'altra, spesso all'interno delle scene, senza alcuna ragione che io possa individuare. Per paura, per mancanza di concentrazione o per eccesso intellettuale, non ne ho idea. Ma mi ha scoraggiato.

Non ho capito affatto i cambi di tonalità e l'instabilità della narrazione è aggravata dal fatto che Alex (il personaggio centrale) è scritto come un codice cifrato. Sembra che sia stato creato con l'unico scopo di essere un "giovane e carino ragazzo". Scegli tu: Si tratta di una scappatoia, di un'ulteriore autocritica o semplicemente di una pessima scrittura,

Lo stronzo sexy di cui è innamorato viene delineato meglio, ma solo allo scopo di umiliare Alex, a quanto pare. La coppia si comporta bene durante la scena della rottura, facendo sentire la loro relazione solida per una volta, come se ci fossero dei paletti.

Quando vedi un personaggio che è deliberatamente crudele e si odia per questo, e il suo obiettivo che si frantuma in piccoli pezzi di rabbia, la sceneggiatura e le interpretazioni trascendono il set anni '80 ed emergono come qualcosa di unicamente potente e vero. Per un motivo preciso, il film è girato in primo e medio piano in un ripostiglio disordinato.

A parte questa scena, la maggior parte delle altre che coinvolgono la coppia segue lo schema previsto dei cliché visivi per rappresentare l'amore tra giovani uomini gay, compreso quello abusato della guida doppia su una moto. So che succede, perché l'ho sperimentato io stesso, ma possiamo eliminarla, per favore, o girarla in modo diverso? Almeno non c'è una scena di rotolamento su una spiaggia di notte.

Quando David lo Stronzo muore in maniera comica e priva di senso, scopriamo che è ebreo, per qualche motivo? Alex chiama a casa sua e la mamma di David, chiaramente bipolare, risponde al telefono, in modo poco plausibile, alla veglia di David.

In seguito Alex mantiene una sciocca promessa fatta a David, che potrebbe essere un'altra trappola per Alex. Prima ha una crisi violenta sopra la tomba non segnata e poi balla in modo bizzarro davanti ad essa.

Sembra che stia incanalando Michael Jackson, Gene Kelly e Neil Diamond in Il cantante di jazz tutti insieme. Il ballo è reso ancora più scandaloso dal fatto che si svolge in un cimitero ebraico. (Ecco perché la sceneggiatura vuole che David sia ebreo!) Più tardi, in un'irrituale scena in tribunale, Alex se la cava per quella profanazione. Perché, beh, la risoluzione della trama è un po' troppo banale, credo.

Oh, quasi dimenticavo. C'è una giovane espatriata britannica che parla un francese orribile, inserita artificialmente di tanto in tanto, che David trasforma in un'arma sessuale contro Alex. Ricompare brevemente dopo la morte di David in scene con Alex che sono così spettacolarmente brutte, stupide e immotivate che ho pensato fossero sequenze di sogni o fantasie. Ma, suppongo, molto anni '80. Alex si traveste per potersi intrufolare nell'obitorio e gettarsi sul cadavere di David. Sì, davvero.

In questo film c'è uno strano atteggiamento nei confronti della morte che potrebbe essere all'origine di tutti gli sbalzi d'umore. Non ho la pazienza o l'interesse di analizzarli.

Scrivendo questo, onestamente non ricordo nemmeno come finisce. Forse qualcuno può ricordarmelo?

3.3 3 voti
Valutazione dei post
Iscriviti
Notifica di
ospite
5 Commenti
Il più vecchio
I più nuovi I più votati
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
Grigoris Daskalogrigorakis
Grigoris Daskalogrigorakis
juillet 11, 2021 2:55 PM

Non lo so, ma questo sembra coerente con gli altri film di Ozone. Ama i personaggi che non si lasciano condizionare dai limiti della società borghese e lo esprimono nei modi più autodistruttivi a loro disposizione. Sa che la maggior parte del pubblico è intrappolata dalla correttezza e vuole vedere qualcuno che ne supera i limiti, anche se viene colpito in faccia per averla assecondata e si ritrova a incoraggiare il trasgressore per tutto il tempo. È questo che rende David così attraente per Alex in Summer of 85: è la sua antitesi. E anche tutti quei... Leggi di più "

Grigoris Daskalogrigorakis
Grigoris Daskalogrigorakis
Rispondi a  Il Cinesexual
juillet 12, 2021 2:57 AM

David dimostra di aver dovuto percorrere la strada della rispettabilità e di fare ciò che gli altri si aspettano da te quando ammette di essere stato anche lui uno studente del signor Lefevre. Cita persino il poeta gay Rimbaud, che gli è stato insegnato dallo stesso insegnante che ora ha Alex e che si rifiuta di collaborare con le autorità quando gli chiedono di spiegare l'inspiegabile comportamento di Alex sulla tomba di David. Il fatto che David non abbia mai menzionato di essere ebreo la dice lunga, perché con tutti i sistemi di proibizione che circondano i due ragazzi è probabilmente... Leggi di più "

5
0
Cosa ne pensi?x

Volete altri film gay?

Chiudi

C'è una vendita! SALDI! Saldi!

IT