Nota sul film: Vergogna

Avevo ipotizzato che il regista Steve McQueen era gay? L'avevo visto al Colbert Report e l'avevo trovato piuttosto... reginetta, quindi speravo che un film sulla dipendenza dal sesso, non più di moda, di un nero gay potesse essere almeno intelligente e divertente. Questo film non è né l'uno né l'altro, a meno che non si legga controcorrente, e credo che si possa farlo: quelle lunghe inquadrature di persone che scopano a pecorina nelle loro finestre sono piuttosto divertenti?

👀 Scaricare migliaia di film 🏳️‍🌈 a tema gay 🍿 per appena $20 USD all'anno. Donate qui. 🔗

Una foto del film Shame

come il batetico crollo emotivo del protagonista Brandon sotto la pioggia all'estremità di un molo.

Una foto del film Shame

o se pensate che McQueen stia mettendo in scena una serie di Brechtian battute alla Kubrick. (L'ironia è l'unico modo plausibile in cui si dovrebbe prendere tutto ciò che questo film presenta). Dal punto di vista stilistico, ci sono alcune somiglianze con Eyes Wide Shut. Ma la prova di quest'ultima non è molto convincente, almeno per me, e immagino che questo significhi che non è stata eseguita bene, come invece accade in Michael Schleinzer.

Invece, ci viene proposta la "dipendenza dal sesso" (non sono ancora convinto che sia una cosa vera) come una sorta di malattia dell'anima sovranormale e non contestualizzata. Una volta visto questo, ho pensato: "Beh, alla fine farà sesso con un uomo, perché di solito questo è il punto più basso che un ragazzo etero può raggiungere in film come questi". E così è stato! Ma in parte mi sbagliavo: il livello più basso che poteva raggiungere era quello di avere una relazione a tre con due finte lesbiche e di fare delle stupide facce da "o" a se stesso nello specchio.

Michael Fassbender che fa la faccia da o nel film Shame

Shame (avrebbe dovuto chiamarsi Shaming? o Crying Shame?) è pieno di idee sul sesso molto prevedibili, perfettamente eterosessuali e perfettamente stupide. Credo che il suo unico risultato sia quello di riuscire a trasmettere così poco impegno nei confronti del senso di colpa che il suo personaggio principale presumibilmente prova o dovrebbe provare. Non ho idea di cosa McQueen volesse far provare al pubblico. Questo è ciò che si intende per "freddo", credo, o ciò che tanti critici creduloni chiamano "film d'arte". Tuttavia, è girato in modo impeccabile e Fassbender è il più bravo che possa esistere. E come impiccato.

Ma davvero, whoop dee doo.

5 1 voto
Valutazione dei post
Iscriviti
Notifica di
ospite
0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
0
Cosa ne pensi?x
IT